lunedì

PRIMA&DOPO: Entrata e Disimpegno

Parquet massello rovere, Paganoni Legnami - Zoccolini bianchi, Castorama - Pannelli rigidi lana di roccia, Rockwoll - Vetri basso emissivi, Climaplus Saint Gobain Glass - Tessuto tende, Leroy Merlin

Obiettivo: creare un'entrata nella zona giorno, ridare luce al disimpegno ed integrarlo con l'entrata stessa.

Il parquet tradizionale di rovere massello è stato posato a spina di pesce. Non è stato semplice trovare un parquet per questo tipo di posa, inizialmente eravamo indirizzati sull'acquisto di un parquet prefinito in modo che avremmo potuto occuparci noi stessi della posa, ma da quanto ci dicevano tutti i rivenditori non esistono parquet prefiniti per questo tipo di posa, ovvero di quelle dimensioni (più piccoli dei listoni che ora vanno per la maggiore) e con l'aggancio adatto. Così abbiamo scelto il parquet tradizionale della Paganoni Legnami, una ditta delle mie parti, da far levigare e verniciare in loco da professionisti (il prezzo alla fine più o meno si equiparava: perchè diminuiva il prezzo del legno, ma aumentava ovviamente quello della manodopera). Ho scelto appositamente un legno classificato di seconda scelta, ovvero con la presenza di più nodi, per dare movimento e personalità al pavimento stesso, ed una vernicitura all'acqua opaca che assomigliasse come effetto finale a quello trattato con olio, ma con una manutenzione più semplice, essendo appunto verniciato.
Abbiamo sostituito i vecchi zoccolini scuri con quelli bianchi alti 8 cm, presi da Castorama. Ho cercato invano ovunque zoccolini modanati, per intendersi come quelli delle case inglesi, ma nulla... qui da noi sembrano non esistere. Allora ho scelto quelli lisci più alti che ho trovato.
Le pareti esterne sono state coimbentate dall'interno con dei pannelli rigidi di lana di roccia ad alta densità Rockwool (strati: intonaco, cartongesso, freno a vapore, lana di roccia, muro esterno) per migliorare l'isolamento della casa ed anche per raddrizzare le pareti piene di nicchie. Per isolare casa mia ho preferito materiali che fossero il più naturali possibile, evitando polistirene e simili, non solo per motivi ecologici, ma anche di prestazione.
Le pareti le abbiamo pitturate di bianco (pareti a sud ed est), grigio chiaro (pareti ad ovest), grigio scuro (partei a nord) e righe verticali alternando i tre colori (pareti in continuità con l'armadio). Solo 3 colori per tutto l'appartamento.
Abbiamo pitturato con lo smalto bianco (le migliori marche sono la Brillux e la Sikkens) i serramenti, che erano recenti ed ancora in ottimo stato, cambiato le maniglie delle finestre da color ottone ad acciaio satinato, e sostituito i vetri con quelli basso emissivi Climaplus Saint Gobain Glass per il risparmio energetico.
Le tende a pacchetto bianche di lino, tessuto e meccanismo comprato da Leroy Merlin, le ho cucite io, mancano ancora le stecche che metterò più avanti.
Anche per pitturare i termosifoni abbiamo usato lo smalto bianco, lo stesso usato per i serramenti e le porte.


Comodino grande, Edland Ikea - Sedia a dondolo, Rar Chair by Eames
La piccola credenzina Ikea della linea Edland, che ora è andata fuori produzione ed è un peccato (infatti ho trovato quest'ultimo pezzo all'angolo dell occasioni dell'Ikea) con accanto la sedia a dondolo Rar Rocking Chair degli Eames, pezzo di cui sono sempre stata follemente innamorata, insieme a degli utili accessori come appendichiavi, telefono ed orologio creano la zona ingresso della casa.
La porta d'ingresso a quadrotti è stata mantenuta.

Portatovaglioli, Maison du Monde - Telefono a disco rosso GTE Stralite - Termometro CocaCola
Orologio, Maison du Monde
La credenza di recupero mi è stata regalata da mio cugino e sua moglie: l'avevo "prenotata" diversi anni fa, ancor prima di comprare casa, nel caso cambiassero arredo :-)


Decorazione, Maison du monde
Prima, durante & dopo ex disimpegno
Per quanto riguarda quello che era il disimpegno, per prima cosa è stata smontata la porta che lo separava dalla zona giorno ed è stato demolito il vano porta arrivando fino al soffitto per ingrandire e dare luce a questo spazio molto piccolo e buio.
Sono stati posati lo stesso parquet e gli stessi zoccolini del resto della casa e usati gli stessi colori per pitturare le pareti per dare continuità agli ambienti.

La porta che va al sottetto/lavanderia e gli stipiti li abbiamo pitturati con lo smalto bianco. Abbiamo fissato alla porta stessa un attaccapanni per le giacche degli ospiti. Sulla parete davanti è stato posizionato un grosso specchio.

Attaccapanni, Ikea Leksvik - Specchio, Orangerie Maison du Monde

Plafoniera, Antoo Fontanarte - Armadio, N.O.W. Lago
La porta da cui si accede al bagno è una porta all'inglese di recupero pitturata come l'altra di bianco: il vetro satinato bianco della porta permette di far passare la luce, mantenendo la privacy nel bagno. Era una porta di casa di mia zia che per 18 anni è stata dimenticata nel garage...beh...dimenticata non proprio, ogni volta che parcheggiavo praticamente le andavo addosso e mi chiedevo perchè la stavamo conservando e per così tanto tempo...alla fine è servito a qualcosa!

L'ultimo acquisto per l'entrata è la Lampada Drawlamp della Doiy che ho acquistato da Cargo Hi-Tech a Milano. Si tratta di una lampada in ceramica bianca smaltata personalizzabile all'infinito, infatti con un pennarello ci si può disegnare o scrivere qualsiasi cosa ci passi per la testa.


Ecco il video.

video


Per altri dettagli:

Nessun commento:

Posta un commento